Considerare determinate reazioni e comportamenti abituali da nuove angolature…

Considerare determinate reazioni e comportamenti abituali da nuove angolature...

Qualche mese fa sono giunta ad Eureka un po’ per caso, su consiglio di un amico al quale avevo confidato che stavo attraversando un momento particolarmente stressante e faticoso, visto che da qualche tempo mi trovavo senza occupazione e sembravano non esserci prospettive ottimistiche per il futuro. Era più di qualche mese infatti che mi impegnavo quotidianamente, utilizzando tutti i canali a disposizione , nel cercare offerte d’impiego nell’area commerciale/marketing per poter sfruttare l’esperienza professionale e le competenze acquisite negli anni ma, rispetto all’impegno profuso nella ricerca le risposte erano poche e/o poco incoraggianti.
Questa situazione di precarietà aveva progressivamente generato una profonda confusione rispetto al mio futuro professionale e, giorno dopo giorno, sentivo spegnersi l’entusiasmo così come mi stava abbandonando la fiducia in me stessa: avevo iniziato a mettere in discussione tutta la mia storia professionale e, nei giorni più bui, pensavo di non essere in realtà più capace di fare nulla.

Quando mi è stato proposto di iniziare questo percorso di counselling professionale, ero talmente sfiduciata e demotivata che forse non capivo nemmeno bene di cosa si trattasse: fortunatamente però ero così determinata ad uscire dall’impasse, che ho fatto un atto di fede e mi sono data questa possibilità. Considerate le premesse le mie aspettative iniziali erano quelle in primo luogo di ritrovare rapidamente “la luce” e delineare consapevolmente la mie competenze, al fine di poter focalizzare la ricerca di occupazione in modo più proficuo.

Incontro dopo incontro, ho potuto constatare come il percorso che avevo iniziato mi portava in realtà a considerare determinate reazioni e comportamenti abituali da angolature nuove che, prima di allora, non avevo mai esplorato. Inizialmente questa esperienza mi ha totalmente …spaesata e il relativo disagio che provavo per non essere in grado di affrontare in maniera nuova le situazioni mi paralizzava..sentivo un blocco emotivo che mi appariva insormontabile.
Piano piano, con l’aiuto di Barbara, ho capito che l’atteggiamento automatico di protezione che mi portava a chiudermi alle situazioni nuove avrebbe dovuto lentamente modificarsi attraverso la sperimentazione di piccoli e semplici cambiamenti quotidiani. Con il passare delle settimane ho imparato quindi a conoscermi meglio, a fermarmi prima di alzare le difese, a valutare l’origine e l’intensità delle emozioni per canalizzarle nel modo più utile a me. Di conseguenza, ho recuperato un po’ di coraggio e di fiducia in me stessa e mi sono convinta di voler intraprendere una strada professionale più vicina a me e ai miei interessi. Tutto questo mi ha portato alla decisione di frequentare un corso presso la Travel Academy di Milano dove sono diventata Consulente di Viaggio. Ho iniziato da poco questa attività, ma sono molto soddisfatta perché ho ritrovato l’entusiasmo e la convinzione di potercela fare. Sono consapevole che la strade è tutta in salita.. ora dovrò trovare una seconda occupazione part-time che mi permetta di integrare economicamente l’attività di consulente ma, adesso che le idee sono più chiare, sono più fiduciosa di riuscirci a breve..
Grazie Barbara!

Condividi?