Che lavoro fare?

L’individuazione e la scelta del lavoro “adatto” è una scelta difficile, personale e spesso sottovalutata. Avere a priori una risposta alla domanda “che lavoro fare?” equivale a conoscere esattamente la persona che sposeremo prima di incontrarla… Il cammino si impara andando… è un vecchio adagio che riflette l’approccio alla vita professionale che si insegna in Eureka.

Che lavoro fare?

La nostra attività lavorativa quotidiana, che ci piaccia o no, incide sul nostro modo di pensare. In parte diventiamo quello che facciamo nella nostra professione e se quello che facciamo non ci rispecchia, non è in sintonia con noi, diventa fonte di malcontento e di frustrazione. Molte persone sono ancora legate al concetto di “posto /lavoro fisso”, una sorta di paradigma da declinare sempre allo stesso modo mentre la nostra vita personale cambia continuamente seguendo l’evolversi delle diverse fasi della vita.

Possiamo pensare di mantenere il lavoro sempre “standard” quando lo standard non è una dimensione del quotidiano?

Che lavoro fare?” non è una scelta aprioristica ma è una situazione in divenire con il sentire di ciascuno. Sono pochi e poco noti gli strumenti che abbiamo a disposizione per capirlo e normalmente le attività di orientamento al lavoro forniscono delle tecniche per cercarlo, dando per scontato che alla base vi sia una chiara visione di QUELLO CHE VOGLIAMO fare. In “Eureka il lavoro a modo tuo” vengono fornite delle chiavi di ascolto del sé che ci aiutano a focalizzare l’ attenzione sulla nostra identità professionale inespressa, sopita, nascosta. Per risvegliarla.

Per decidere al meglio che lavoro fare compila adesso questo modulo:

[contact-form 1 "Modulo di contatto 1"]

Condividi?

Tags:

Lascia un commento